Dormi male – il cervello si asciugherà

Sembra una storia dell’orrore, ma questo è vero: il volume del cervello diminuisce più velocemente in coloro che si lamentano della scarsa qualità del sonno.

Il danno alla qualità della vita, che provoca una mancanza di sonno, sembra essere impossibile da sopravvalutare. Le persone che soffrono di disturbi del sonno o trascurano un sonno pieno più spesso cadono in incidenti stradali e soffrono di depressione, perdono attrazione sessuale e grasso, sono più esposte al rischio di infarto e ictus, pensano peggio e sembrano più vecchi dei loro anni.

Ma questo non è tutto, come si è scoperto grazie al recente lavoro Claire Sexton di Oxford e dei suoi colleghi, il cui rapporto è nel numero di settembre della rivista Neurology*. I ricercatori hanno rivelato la connessione tra la scarsa qualità del sonno e una diminuzione del volume del cervello, più precisamente – la velocità di questa riduzione, perché, in un modo o nell’altro, a lui, a lui, il vecchio, siamo tutti esposti a tutti di noi.

Per partecipare alle osservazioni, hanno attirato 147 persone di età compresa tra 20 e 84 e due volte – con un intervallo di tre anni e mezzo – con l’aiuto della risonanza magnetica hanno condotto una scansione del cervello. I partecipanti hanno anche risposto alle domande di un questionario dettagliato sulla qualità del sonno, che è stato determinato da tale, ad esempio, dalle caratteristiche come il tempo necessario per addormentarsi, il risveglio della notte e l’uso dei sonniferi. Quindi i ricercatori hanno confrontato l’uno con l’altro e hanno trovato: coloro che dormono male, una diminuzione del volume delle quote frontali, parietali e temporali del cervello si sono rivelate più pronunciate.

Le moderne opinioni scientifiche associano la quota frontale alla regolamentazione delle emozioni, prendendo decisioni e coordinamento dei movimenti, il parietale è considerato un’area in cui “lettere e parole sono formate in pensieri”, e quello temporale è “responsabile” per la memoria e la capacità di insegnare.

Lo studio di Sexton e dei suoi colleghi ha finora rivelato solo la correlazione, ma non ha stabilito una relazione causale: forse i disturbi del sonno portano a cambiamenti cerebrali e, al contrario, una riduzione accelerata dei volumi diventa la causa del sonno scarso. Tuttavia, i dati ottenuti ora si adattano costantemente alla tendenza generale indicata da altri lavori precedenti. In particolare, gli studi precedenti hanno una connessione tra sonno insufficiente e tasso di invecchiamento del cervello, nonché disturbi del sonno e danni ad alcuni importanti

Ma non voglio un papika. Non voglio un bel modello. E anche se la combinazione di questi due suoni allettante, avrei lanciato un tale ragazzo in due 12 passi per andare a letto per il bene di un uomo che sono sinceramente interessante, il che sta provando per me per me e ci preoccupa se qualcosa è offeso da me.

cluster cerebrali neurali negli anziani, e in particolare quelli che soffrono della malattia di Alzheimer.

Related Posts

Leave a Reply